CAPPOTTO AD ALTO SPESSORE PER CASE: E’ IL CASO DI SCEGLIERLO E SE Sì, QUALE?

Cappotto ad alto spessore per case: è il caso di sceglierlo e se sì, quale?

Anche se ormai la tecnologia permette di sostituire il cappotto tradizionale ad alto spessore col micro cappotto Manti Ceramic che evita tutti i lavori strutturali all’edificio, ancora in molti scelgono il cappotto ad alto spessore.

Vediamo le differenze e come orientarsi per un cappotto ad alto spessore per case.

Cappotto in polistirene (o polistirolo, EPS, XPS, Grafite, Stiferite ecc): si tratta della soluzione nettamente più economica, ma perché costa poco?
Il polistirolo (e tutti i suoi derivati) è un materiale sintetico di derivazione plastica. Ha quindi alti costi di smaltimento, fa aumentare l’umidità all’interno delle case, rovina il fondo delle murature, è infiammabile, si deteriora rapidamente, ma almeno isola e non costa molto, anche se esige una manodopera lunga.

Cappotto in sughero o lana di roccia o in fibra di legno: sono materiali naturali, traspiranti e quindi che non generano umidità. Perché isolino servono spessori importanti e di conseguenza la manodopera è più costosa, così come gli stessi prodotti, ma sono sicuramente di qualità nettamente superiore ai materiali sintetici.

Cappotto in Aerogel: è un prodotto a base di silicio, ha spessori inferiori agli altri, ma è il prodotto più costoso di tutti. Se ce lo si può permettere è un’ottima soluzione, altrimenti meglio andare sui materiali naturali.

In tutti i casi si tratta di pannelli. E quindi con i problemi meccanici dei pannelli: giunte, tasselli di fissaggio, colle, necessità di rifare i davanzali, le grondaie, i ganci delle persiane ecc ecc.
Se si vogliono evitare tutti questi limiti e problematiche, l’unica soluzione rimane il micro cappotto Manti Ceramic!!!

Potete contattarci per informazioni al numero 3441680160 o all’email contatti@savenergy.it

[call href=”/contatti/”]Richiedi Maggiori Informazioni[/call]