Pompe di calore Lodi

Pompa di calore a gas o elettrica? Quale scegliere? Ecco le differenze.

La pompa di calore è una macchina che svolge una particolare funzione: trasferisce il calore, prelevato da diversi sorgenti, grazie all’azione di un particolare fluido. In pratica, la pompa di calore trasporta letteralmente il calore da un livello di temperatura inferiore ad un livello superiore. Quindi, si presentano al grande pubblico come macchine molto utili per riscaldare ambienti domestici e non solo, ma anche per raffrescarli, invertendo semplicemente il loro ciclo di funzionamento.

In commercio è possibile trovare diverse tipologie di pompe di calore, tra le quali quelle elettriche rappresentano la scelta più gettonata, seguire da quelle ad assorbimento, che funzionano grazie ad un bruciatore alimentato a gas. Due mondi differenti, governati dalla stessa legge: ottenere il miglior risultato possibile per quanto riguarda l’efficienza energetica di un immobile.

Quale scegliere? Il funzionamento delle due tipologie pompe di calore, a gas o elettriche, è quasi identico. L’unica differenza, che è possibile descrivere attraverso una superficiale analisi, senza imbattersi in difficili spiegazioni tecniche e scientifiche, è data dal fatto che il ciclo delle pompe di calore a gas presenta un passaggio in più. La principale differenza, invece, la si riscontra in quella che è la loro resa generale. Infatti, l’efficienza di una pompa di calore è data dal vantaggio nell’uso della stessa in base a quelle che sono le sue capacità di lavoro e all’energia richiesta. In poche parole: la resa è data dal rapporto tra energia prelevata per funzionare e energia restituita sotto forma di calore.

L’efficienza, o meglio, la resa di una pompa di calore a gas si attesta su di un rapporto (G.U.E., “Gas Utilization Efficiency”) di 1,5. Quindi, per un kilowatt di gas consumato, la pompa di calore in questione sarà in grado di produrre circa 1,5 kilowatt di calore. Un buon risultato, ma decisamente lontano da quello di una pompa di calore elettrica. Quest’ultima assicura una resa che si aggira attorno ad un valore quattro volte più alto. Per 1 kilowatt di energia prelevata vengono restituiti 4 kilowatt di energia termica. La differenza c’è ed è molto rilevante.

Però, c’è da dire che la resa della pompa di calore dipende anche dalla temperatura a cui la stessa macchina assorbe il calore. Di fatto resta questo netto divario tra le due tipologie di pompe di calore, che però non sempre rappresenta il solo fattore da prendere in considerazione per la scelta finale. Affidandosi alle analisi tecniche e ai consigli dei professionisti di Lodi, sarà possibile scegliere la perfetta pompa di calore in base alle proprie esigenze e alle modalità d’uso. Sono tanti gli elementi da combinare tra loro, che ad una persona poco esperta quasi sempre sfuggono. Un esperto saprà illuminare la strada che conduce alla soluzione ottimale.

[button href=”http://savenergy.it/contatti/” colorstart=”#000000″ colorend=”#FFFFFF” colortext=”#FFFFFF” icon_size=”16″ class=”” target=”” color=”” align=”vertical” width=”large” icon=”” ]CONTATTACI[/button]

Vedi anche: Milano, Piacenza, Cremona, Pavia