Pompe di calore Bologna

Pompe di calore e impianto geotermico: vantaggi e svantaggi

Perché le pompe di calore sono considerate come una soluzione che garantisce una grande resa? Per rispondere a questa domanda è necessario prendere in considerazione il processo che sta alla base del funzionamento delle pompe di calore: solo così è possibile capire quanto siano convenienti dal punto di vista energetico. Infatti, per un 1kWh di energia elettrica (necessaria per il funzionamento della pompa) si riescono a produrre circa 4/5 KWh di energia termica. Non servono complicati calcoli matematici per capire che l’energia ottenuta è superiore di gran lunga a quella impiegata per far funzionare l’impianto. Questo è possibile perché la pompa di calore non genera nuova energia, ma semplicemente la trasforma, prelevandola (il calore) da diverse sorgenti.

Le sorgenti principali sono l’aria, l’acqua e il terreno: quali tra queste permette di sfruttare al meglio una pompa di calore, sempre in merito all’efficienza energetica in termini resa? Il più diffuso sistema è quello geotermico, dove la sorgente di scambio termico è il terreno. Infatti, a circa 80/100 metri di profondità, la temperatura del sottosuolo è di circa 14 gradi. Una temperatura costante, che può essere tranquillamente prelevata, trasformata e immessa in ambienti chiusi. Grazie al circuito delle pompe di calore, che funziona con l’azione di uno speciale liquido refrigerante (il sistema è simile a quello utilizzato per i frigoriferi) l’energia viene assorbita e passa attraverso degli scambiatori, dopo esser stata oggetto dell’azione di un compressore che aggiunge ulteriore energia. Un ciclo che può essere invertito a seconda delle esigenze: la pompa di calore è utile sia in inverno, che in estate.

I vantaggi, in termini di rendimento energetico, sono davvero notevoli, anche perché il costo dell’energia elettrica, che serve per far funzionare la pompa di calore, è decisamente più basso di quello del gas. Quindi, non solo si può parlare di un risparmio secondario (legato alla fonte da utilizzare per far funzionare l’impianto), ma anche di un risparmio primario, che si traduce in una grande resa della pompa di calore, sia per riscaldare che per raffrescare gli ambienti.

Dato che stiamo analizzando in primis una pompa di calore con impianto geotermico, è possibile affermare in totale sicurezza che il risparmio in bolletta potrà aggirarsi attorno al 40% (a seconda dei casi, può anche salire). Una percentuale davvero importante. Più si risparmia, più si tutela l’ambiente: la pompa di calore sfrutta energia rinnovabile e questo permette di ridurre in modo notevole le emissioni dannose che vanno ad alterare il clima del pianeta.

Uno degli svantaggi di un impianto con pompa di calore, che spaventa maggiormente i consumatori, è la rumorosità. Un piccolo ostacolo che si può tranquillamente superare collocando la pompa di calore in un ambiente lontano dalla propria abitazione, nascosto e magari insonorizzato. Un tecnico specializzato di una delle ditte di Bologna saprà indicarvi con facilità la soluzione migliore per installare un efficiente impianto e godere solo dei benefici dello stesso.

[button href=”http://savenergy.it/contatti/” colorstart=”#000000″ colorend=”#FFFFFF” colortext=”#FFFFFF” icon_size=”16″ class=”” target=”” color=”” align=”vertical” width=”large” icon=”” ]CONTATTACI[/button]

 

vedi anche: Reggio Emilia, Modena, Parma, Piacenza